sabato 30 giugno 2018

Un'odissea. Un padre, un figlio e un poema epico

Un'odissea. Un padre, un figlio e un poema epico

My rating: 4 of 5 stars

Del libro mi ha interessato molto la parte che riguarda il seminario sull'Odissea che l'autore, insegnante universitario, propone ai suoi studenti. E' stato necessario da parte mia rileggere l'opera in prosa per seguire le vicende e i particolari a cui si fa riferimento.
L'approccio che Mendelsohn sceglie è quello di discutere in presenza i libri (capitoli) letti personalmente e di sviscerare le problematiche con gli adolescenti e suo padre che, ottantenne, decide di seguire le lezioni del figlio.
Alla fine i due decidono di fare una crociera nel Mediterraneo per visitare i luoghi raggiunti da Ulisse.

Naturalmente si oscilla tra una discussione erudita dell'insegnante e le considerazioni che fanno i corsisti, più orientate all'analisi psicologica dei personaggi, ai loro comportamenti, ma anche a scoperte di parallelismi che stupiscono per originalità.

La presenza al seminario del padre è l'occasione per ripensare al rapporto padre-figlio e figlio-padre con analogie tra Laerte, Odisseo e Telemaco. Questa parte è quella che mi ha convinta meno.

Complessivamente il testo aiuta nella lettura dell'Odissea, senza però sviscerare tutte le tematiche e senza risolvere tutte le contraddizioni. Di buono c'è che invita a rileggere un libro la cui storia si dà per scontata.

Posta un commento