domenica 13 maggio 2018

Il fiume della coscienza

Il fiume della coscienza

My rating: 5 of 5 stars

Riflessioni sulla Scienza, sulle idee che nascono, che si sviluppano, che a volte non sono pronte all'accettazione dalla comunità scientifica.
Visioni che si fanno strada in percorsi complessi e dinamici contro dogmi consolidati, a volte con la fortunata casualità che aiuta nelle dimostrazioni, altre dove le teorie vengono relegate nel dimenticatoio, ma che riemergono in tempi successivi.

I temi trattati in questo saggio sono diversi, quasi sempre a carattere neurologico (fisiologia e patologia), ma non solo.
L'obiettivo è quello di ricordare che la lettura della natura non è settoriale bensì complessiva e, spesso, i modelli si ripropongono dall'inorganico al vegetale, all'animale fino all'umano, dove i confini dell'uno e dell'altro si fanno sempre più indefiniti. Chi ha a che fare con la Scienza deve sempre più tenerne conto e superare schemi semplicistici causati anche dai nostri limiti percettivi, da una memoria tutt'altro che oggettiva, dalle competizioni, dalla ottusità, dai pregiudizi.

Posta un commento