martedì 22 settembre 2015

Figli

Fai di tutto per portarli all'età della ragione, li fai studiare, crei le condizioni perché abbiano una vita serena con un lavoro, una casa, che si facciano una famiglia e che la ruota giri senza troppi cigolii.
Le ansie che ti aspetti sono quelle che la vita ci prospetta quotidianamente, superabili, risolvibili.


Se una sera il tuo bambino è nella tua casa e tutti vanno a dormire sereni perché non c'è ragione di preoccuparsi, ma al mattino il tuo bambino, ormai uomo, non si sveglia più, ecco, non c'è niente di peggio che ti possa capitare. 
La malattia, l'incidente li hai messi in conto da quando sono nati. Quello che è successo al loro Matteo va oltre ogni aspettativa, ti lascia con un dolore attonito, incredulo, di cui ti chiederai il perché per il resto dei tuoi giorni.

Questo ho letto ieri nelle facce di Paolo e Paola.
Posta un commento