giovedì 9 luglio 2015

La vita nascosta del cervello

La vita nascosta del cervello

My rating: 4 of 5 stars

Un altro libro di neurologia da uno dei miei autori preferiti.
Gli argomenti trattati sono i soliti: memoria, emozione, creatività, desiderio, coscienza, affrontati con taglio divulgativo, tali da renderli utili per capire i processi inconsci e inconsapevoli della nostra mente, che sono la maggioranza delle nostre funzioni neurali.

Un capitolo si sofferma sull'importanza del movimento umano, in particolare sul suo apprendimento e sugli automatismi (che a mio avviso erroneamente definisce anche stereotipi), come processi fondamentali per la strutturazione della mente:
La motricità ha quindi un ruolo che va oltre la fisicità e svolge un compito importante nei processi mentali, come indicano anche le conoscenze sui neuroni-specchio, una sorte di ponte tra attore e osservatore di cui non abbiamo consapevolezza. Il ruolo del movimento è quindi ben più ampio di quanto si ipotizzi comunemente: è infatti a partire dalla sua concretezza che si strutturano diverse funzioni mentali.

Come al solito consiglio la lettura, gradevole e accessibile, a tutti quanti abbiano a che fare con la formazione in età evolutiva, perché è proprio conoscendo questi processi che si può migliorare il proprio intervento, così come per un meccanico conoscere tutte le funzioni del motore e sapere come e dove mettere le mani.


Posta un commento