lunedì 13 ottobre 2014

Un certo Lucas

Un certo Lucas

My rating: 5 of 5 stars

Sono partita un po' prevenuta, avevo attaccato "Il gioco del mondo" e non mi aveva preso.
L'inizio di questo mi dava le medesime sensazioni ma poi, si sa, prima di capire qualcuno bisogna prestargli attenzione, avere la predisposizione all'ascolto.
Dopo qualche racconto ha iniziato a delinearsi il personaggio Cortázar, che da prima ho cercato di calare nel contesto, ma dopo poco questa operazione non è stata più necessaria.

E' un signor intellettuale, di quelli rari, senza tempo, senza boria, senza enfasi, diretto, erudito, profondo, mai saccente, canzonatorio, provocatorio.
La sua lingua è un banchetto dove si alternano con disinvoltura e sapienza gustativa, cotiche e fagioli e aragosta in court-bouillon. E si diverte un mondo a proporcele.



Posta un commento