domenica 21 settembre 2014

#Luminol - Tracce di realtà rivelate dai media digitali

#Luminol. Tracce di realtà rivelate dai media digitali

My rating: 4 of 5 stars

Mi è piaciuto di questo libro come la De Baggis affronta la contrapposizione culturale tra tecnoscettici e tecnoentusiasti nei confronti della rete che è in atto nel nostro paese, ma non solo nel nostro paese.
Lo fa con documentato equilibrio e buon senso, quel buon senso, oserei dire pleonastico, che lascia intuire come l'avversione pregiudiziale verso la rete sia diffusa nei paesi autoritari, usata come baluardo da centri di potere che non vogliono perdere privilegi e da intellettuali che segnano il passo con la realtà.
Ciò non significa che la rete sia un eden, -ma la realtà fisica lo è?-, è infatti un luogo con il quale ci si deve confrontare anche in termini critici riguardo alle voci negative imperanti che l'autrice analizza: violenza, narcisismo, rigidità mentale, dietrologia, analfabetismo, cialtroneria e conservatorismo, smontando, dati alla mano, certi luoghi comuni.

Di contro la rete è anche altre realtà rappresentate dalla generosità, leggerezza, simpatia, passione, determinazione, indipendenza ed evoluzione che si manifestano in azioni connettive, utili alla cittadinanza ed ai singoli, ma anche a nuove forme imprenditoriali dal trend tutt'altro che trascurabile in regime di stasi sociale ed economica.

Della scuola non si fa accenno esplicito, ma è chiaro che non si possa più prescindere dalla conoscenza della realtà emergente per educare le nuove generazioni. Anche in questo caso non si tratta di insistere sul tecnicismo fine a se stesso, ma di conoscere la tecnologia in funzione di una comprensione del cambiamento culturale. Tema che mi trova totalmente immersa e in accordo.

View all my reviews
Posta un commento