giovedì 28 agosto 2014

Il secondo cervello

Il secondo cervello

My rating: 4 of 5 stars

Le ricerche sul Sistema Nervoso enterico risalgono agli anni '50, ma solo dagli '80, dopo un lungo periodo di disinteresse da parte della ricerca mondiale, alcuni scienziati, tra cui l'autore, riprendono gli studi affermando che nel nostro addome esiste un altro cervello.

Il libro racconta in termini cronologici le scoperte, prima di un Sistema Nervoso enterico, separato dall'altro a cui normalmente si fa riferimento nelle sue componenti somatiche ed autonome, poi quella degli specifici neurotrasmettitori, in particolare la serotonina, che agiscono dal momento in cui deglutiamo il cibo a quando espelliamo le scorie, anche se, in certi tratti, i sue Sistemi si integrano nelle diverse funzioni.
Le origini dei due cervelli sono ben espresse nel capitolo dello sviluppo dell'ectoderma nei foglietti embrionali.

Come lo stesso Gershon afferma, non è stato quello digerente l'apparato più studiato e le scoperte vanno avanti cercando di recuperare il tempo perduto. Molte volte, infatti, le patologie degli organi interessati sono state imputate a problemi psicologici mentre, spesso, sono determinate da disfunzioni di varia origine che colpiscono una percentuale piuttosto alta della popolazione.

Il libro è molto interessante, l'autore è anche ironico e gradevole da leggere. Un po' meno facile da seguire l'iter della ricerca che è molto dettagliata, ma di certo valida per l'aspetto scientifico con le classiche situazioni di serendipity.

Personalmente ho sostenuto l'esame di splancnologia nel '78 e fisiologia nel '79 e del Sistema Nervoso enterico non c'era traccia, quindi per me è stata una lettura molto interessante e una valida occasione di aggiornamento.


Posta un commento