sabato 19 aprile 2014

Connessi. Beati quelli che sapranno pensare con le macchine

Connessi: Beati quelli che sapranno pensare con le macchine

My rating: 5 of 5 stars

Ciò che afferma Moriggi è tutto vero.
Certo, parlo con la convinzione di essere un'entusiasta della tecnologia ma, come sempre più spesso mi succede, è proprio con i ragionamenti lucidi e pragmatici che anche questo autore propone, che l'entusiasmo si trasforma in consapevolezza dell'inevitabile, non solo nelle previsioni di prospettive future, ma nella certezza che cambiamenti culturali, determinati da rivoluzioni tecnologico-cognitive, sono già avvenuti nella storia dell'umanità e niente e nessuno li ha fermati.
Si parla ampiamente anche di scuola con un invito ad abbandonare scetticismi e catastrofismi educativi causati dalle nuove tecnologie e di approcciare alla scienza dalla quale si possono declinare ottime metodologie per una nuova didattica, con fiducia, maggior rispetto ed attenzione.

View all my reviews
Posta un commento