domenica 22 settembre 2013

L'intelligenza collettiva. Per un'antropologia del cyberspazio

L'intelligenza collettiva. Per un'antropologia del cyberspazio

My rating: 5 of 5 stars

Stupisce questo saggio a vent'anni dalla pubblicazione.
Sembra di aver vissuto con la percezione latente che tutto quello che Lévy ha scritto si stava avverando. Non è ancora una percezione endemica, ma girano da tempo nell'aria le sue affermazioni come la più famosa "società della conoscenza".

Tra i capitolo quello che mi ha stupito di più è sicuramente il quinto: "Coreografia dei corpi angelici" dove l'autore fa un parallelo con le teorie di Avicenna. Fantasioso ma efficace. E' così.
Ancora. Nella teoria degli spazi, quello della conoscenza ci riavvicinerebbe a quello della Terra. Svincolati dal materiale ci avviciniamo alla materia primaria. Bello.
Tutto da gustare.

View all my reviews
Posta un commento