martedì 23 luglio 2013

Preda

Preda

My rating: 5 of 5 stars

Sono rimasta incollata al lettino in spiaggia per tutto il pomeriggio. Non riuscivo a staccare. Unica pausa quella per spruzzarmi la crema protettiva, perché altrimenti avrei fatto la fine della "nuvola nera". Non dico altro.

Crichton mixa la biologia, le nanotecnologie, l'etologia, l'informatica e ne salta fuori un thriller fantascientifico condito, come sa fare lui, di informazioni scientifiche precise e dettagliate che sollecitano anche considerazioni etiche sulla spregiudicatezza di certe ricerche e applicazioni, non sempre attente alle conseguenze sui vari ecosistemi.
Certo, la sua è fiction ma, dopo undici anni dalla pubblicazione di questo romanzo si hanno notizie di ricerche specifiche di utilizzo delle nanotecnologie, soprattutto a scopi medici (particelle minuscole che ripuliscono le pareti delle arterie) ma, proprio perché così piccole, estremamente invasive. Teniamo gli occhi aperti.

View all my reviews
Posta un commento