venerdì 11 gennaio 2013

Limonov

Limonov

My rating: 4 of 5 stars

Una biografia scritta bene, ricca di riferimenti storici, culturali ed anche personali dell'autore che aiutano ad inquadrare il personaggio Eduard Savenko nei diversi contesti in cui ha vissuto. Limonov, pseudonimo di Eduard, vive tra gli eccessi, spesso negativi, è persona che agisce fuori la normalità; la sua vita si consuma sopra e sotto le righe, niente, ma proprio niente per lui può classificarsi come esistenza rapportabile alla media.
Carrère è bravo a presentarlo con equilibrio e giudizio critico, mai moralista, arrivando ad accettare l'uomo così com'è, nel bene e nel male e quasi affezionandosi come ci si affeziona ad un fratello considerato la pecora nera della famiglia, ma al quale si vuole bene perché ha osato sfidare lo status quo, subendo in prima persona le conseguenze delle proprie azioni.

Bella lettura anche per ripassare i fatti storici dell'URSS prima, il processo di ristrutturazione dopo la caduta del muro di Berlino poi, fino all'ascesa al potere di Putin.



Posta un commento