sabato 11 agosto 2012

Ma a Parma, cosa succede?

Ma a Parma, cosa succede?

My rating: 5 of 5 stars

Son lì che giro dentro al motore di ricerca di Amazon che mi consiglia un ebook di Paolo Nori ma prima do una sbirciata a La matematica è scolpita nel granito per vedere se c'è qualche commento oltre al mio e ne leggo uno fantastico di tale Tellima che dice: "Mi è bastato leggere la sinossi con le due righe citate per capire che non è il caso di sprecare soldi. Pessimo uso della punteggiatura." E mi sono sganasciata con tutto il rispetto per tale Tellima che ha il diritto di esprimere le proprie opinioni anche se il libro non l'ha manco iniziato.

Poi ho visto questo di Parma e i grillini che ho letto in due tranche ma si potrebbe leggere in una sola è che avevo fatto mille metri a nuoto e mi sono addormentata a metà mica per colpa di Nori ma perché ho tirato un po' troppo ed ho fatto anche un paio di vasche a delfino che erano anni che non facevo.

A me che Nori usi la punteggiatura come gli pare e che faccia le divagazioni che gli pare mi fa solo un gran piacere perché poi una quando legge un libro così le virgole, i punti, i punti e virgole li mette dove crede secondo il proprio ritmo respiratorio che sia da crawl, rana, delfino o dorso. Io alterno. E alla fine i suoi panegirici geografico-politico-letterari compongono una quattro per cento misti ma dico quattro per cento solo per intenderci che puoi andare forte o piano come vuoi e se ti senti a metà vasca puoi cambiare stile e non c'è nessun giudice di gara che ti squalifica.

Posta un commento