martedì 5 giugno 2012

Il mondo secondo Garp

Il mondo secondo Garp

My rating: 4 of 5 stars

"Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso e non avete mai osato chiedere."
E' riduttivo ma per me è così.

E' un libro che parla della "lussuria" e di come questo peccato si scontri continuamente con i precetti morali della società, della difficoltà che incontra chi non riesce a trattenerla, chi invece non la percepisce per niente e chi ne è talmente preso che in suo nome compie delitti efferati o si trincera dietro il maschilismo o femminismo più sessista.
Sono rappresentate tutte le tipologie espressive, che si manifestano per il riconoscimento dei propri impulsi sessuali.

La frustrazione di fondo che si prova leggendo le vicende della famiglia allargata di Garp è comunque una profonda incomunicabilità fra i sessi nonostante la liberalizzazione sessuale che si fa strada nella società americana.
Sono soprattutto gli uomini che non capiscono le donne compreso Garp, figlio della paladina suo malgrado del femminismo emergente, che farà tentativi di avvicinamento empatico, non sempre efficaci.
La trama è molto complessa sia per la personalità dei personaggi sia per l'intreccio interattivo psicologico dei vari soggetti in campo in cui l'elemento sessuale è sempre presente.

Il romanzo mi ha coinvolta fino ad un certo punto, circa a metà, poi è diventato prolisso nelle descrizioni e nel conflitto di Garp che come scrittore è combattuto tra il raccontare di sé o inventare tout court le sue storie. Ma più fa esperienze, anche molto negative, più è difficile per lui scrollarsi di dosso le immagini del suo vissuto.

Scritto nel 1978 è comunque quanto mai attuale in tema di discriminazioni.



Posta un commento