giovedì 16 febbraio 2012

Morire d'amianto. Il caso Eternit: la fabbrica, le vittime, la giustizia

Morire d'amianto. Il caso Eternit: la fabbrica, le vittime, la giustizia

My rating: 5 of 5 stars

Il disastro ambientale e le tragedie famigliari causati dalle fabbriche di Eternit proseguirà per molto tempo dopo la sentenza "storica" dei giorni scorsi che, almeno, sarà un modello ed un monito a quanti fanno del profitto aziendale l'unico interesse da perseguire.

Domande. La politica, quella in alto, da che parte stava? Cosa faceva? Non per essere maliziosi, ma si metteva forse le fette di prosciutto sugli occhi e, probabilmente, riceveva ottimo lubrificante per ungere le ruote del proprio incluso sistema? Perché i cittadini in queste situazioni si devono trovare soli e, a volte, contro le stesse amministrazioni che essi stessi hanno eletto?

Siamo in una fase di crisi economica in cui personaggi ed organizzazioni senza scrupoli -succede nel paese in cui abito- ammaliano con canti delle sirene le amministrazioni fino a persuaderli ad accettare situazioni potenzialmente pericolose per la cittadinanza e per l'ambiente; si sentono autorizzati all'arroganza, alla minaccia, spalleggiati dalle associazioni di "alcune" categorie che magnificano gli insediamenti industriali e l'incremento dell'occupazione.
Bisogna stare molto attenti a queste proposte.

[Il mio paese è commissariato, ma la battaglia dei cittadini è ancora lunga]



Posta un commento