giovedì 30 giugno 2011

La jeep del colonnello

La jeep del colonnello

My rating: 5 of 5 stars

(en)
"Salt, Sternberg! Don't forget the salt!"
The Nazi colonel Knatte  calls in this way the jew shaman Joel  as if  the medium of the spell depended solely by that inorganic substance, as well as  his salvation from the efficiency  of the jeep.

The criminal idealism and opportunistic materialism, those of Knott, are fated to succumb against the  individual and collective identity also constituted by the symbolic languages ​​and cultural practices of Joel and his people, which escape the linear and reductive interpretations.

This short story of Pearlman in  few pages offers  wide but focused anthropological topic into one of the aspects that, despite of the historical, can be extended to issues of contemporary life.

(it)
"Il sale, Sternberg! Non dimenticare il sale!"
Il colonnello nazista Knatte esorta così lo sciamano ebreo Yoel, come se il medium del sortilegio dipendesse esclusivamente da quella sostanza inorganica, così come la propria salvezza dall'efficienza della jeep.

L'idealismo criminale ed il materialismo opportunista, quelli di Knotte, sono destinati a soccombere di fronte all'identità individuale e collettiva costituita anche dai linguaggi simbolici e dalle pratiche culturali, quelli appunto di Yoel e della sua gente, che sfuggono alle interpretazioni lineari e riduttive.

Anche questo racconto di Pearlman, in poche pagine, propone un argomento antropologico ampio ma focalizzandone uno degli aspetti che, al di là dell'ambientazione storica, può essere esteso a problematiche della contemporaneità.



Posta un commento