lunedì 6 dicembre 2010

La mente accresciuta


My rating: 5 of 5 stars


Abituata alle analisi di connettivismo di S.Downes e G.Siemens trovo molto interessante questa che fa De Kerchove partendo dal linguaggio e dalle sue rappresentazioni nell'intreccio dei passaggi antropologici della nostra civiltà, soffermandosi in particolare su quella greca e dei significati, vecchi e nuovi, di 'mythos' e 'logos'.

L'autore, inoltre, pone l'accento sulla netta distinzione tra i termini "collettivo" e "connettivo" indicando quest'ultimo come capace di riappropriarsi del corpo come modalità di apprendimento non assimilabile ad una fase regressiva della conoscenza, ma una forma nuova, ibrida e fortemente soggettiva.

Da leggere per fugare paure assurde ed anacronistiche sull'uso delle nuove tecnologie e dei nuovi media.



Posta un commento